Fabbisogno di mezzi supplementare per il programma FISCAL-IT dell’AFC

Berna, 15.02.2017 - L’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) ha effettuato una nuova stima dei costi per il programma informatico FISCAL-IT da cui è emerso un fabbisogno di mezzi supplementare pari a 26 milioni di franchi fino alla conclusione del programma nel 2018. Nella sua seduta del 15 febbraio 2017, il Consiglio federale ha autorizzato il Dipartimento federale delle finanze (DFF) a chiedere 18 milioni di franchi nel quadro della prima aggiunta al preventivo 2017. Per il 2018 saranno necessari altri 8 milioni di franchi.

Il programma FISCAL-IT è finalizzato a rinnovare, entro la fine del 2018, i sistemi elettronici dell’AFC per un totale di 85,2 milioni di franchi. L’acquisto delle nuove tecnologie ha subito ritardi, soprattutto a causa di problemi di risorse dei fornitori interni ed esterni legati allo sviluppo di nuove applicazioni e alla relativa integrazione nel sistema esistente. Questo ha determinato un fabbisogno di credito supplementare.

Dal mese di settembre 2016 è disponibile una stima dei costi che tiene anche conto delle spese per lo sviluppo delle conoscenze presso il fornitore di prestazioni e dell’integrazione delle nuove tecnologie. La stima è stata verificata da due aziende esterne. Gli ulteriori mezzi necessari ammontano a complessivamente 26 milioni di franchi, di cui 18 riguardano il 2017 e 8 il 2018.

Nella sessione estiva il Parlamento dovrà esprimersi in merito al credito aggiuntivo per il 2017. Considerando che fino ad allora i mezzi stanziati dal Parlamento per il 2017, pari a 11,7 milioni di franchi, saranno verosimilmente già esauriti, il DFF chiede un’anticipazione di 3 milioni di franchi sul credito aggiuntivo di 18 milioni di franchi. In questo modo si intende garantire che sia possibile proseguire con il progetto come pianificato. Il Consiglio federale deciderà in merito all’assegnazione definitiva per il 2018 degli ulteriori 8 milioni di franchi sulla base della valutazione globale delle risorse TIC per il 2017.

Motivi dei maggiori costi

  • Al momento della prima stima dei costi (2012) non era chiaro con quali tecnologie il programma FISCAL-IT sarebbe stato attuato. Non da ultimo, a seguito dei progressi tecnologici, l’attuazione si scosta in alcuni punti essenziali dalle ipotesi di allora.
  • Quando nell’Amministrazione federale viene avviato un progetto o un programma basato su tecnologie non ancora consolidate, il totale dei costi per lo sviluppo dell’infrastruttura, della tecnologia e del know-how del fornitore è a carico del progetto. Al momento dell’elaborazione della stima dei costi per il programma FISCAL-IT non era ancora possibile prevedere a quanto sarebbero ammontati i costi di innovazione, ciò che comporta notevoli costi aggiuntivi.
  • Un elemento importante del programma FISCAL-IT è dato dai costi corrisposti al fornitore per l’integrazione delle singole applicazioni. Le relative spese sono risultate nettamente superiori a quanto ipotizzato al momento della stima.
  • Dall’inizio dei lavori concernenti FISCAL-IT, all’AFC sono stati assegnati diversi nuovi compiti, ad esempio, nell’ambito della revisione parziale della legge sull’IVA, della revisione della legge federale sulla radiotelevisione o della legge federale sullo scambio automatico internazionale di informazioni a fini fiscali. Le applicazioni aggiuntive necessarie nel quadro di questi atti normativi hanno aumentato ulteriormente la complessità di FISCAL-IT.
  • I ritardi nell’ambito del programma FISCAL-IT provocano infine costi supplementari, soprattutto per quanto riguarda la pianificazione, la gestione e il controlling.

Termine di ultimazione non compromesso

Una parte considerevole dei complessivi 29 progetti del programma FISCAL-IT è già stata attuata. Infatti l’AFC può, ad esempio, utilizzare importanti sistemi nell’ambito dell’assistenza amministrativa, della gestione dei contenuti, del controllo esterno e della gestione della documentazione dell’IVA.

Oltre a ciò, nell’ambito del Governo elettronico sono già stati messi a disposizione dei contribuenti le applicazioni per l’inoltro online del rendiconto IVA (MOE; oltre 73 000 aziende) e per il rimborso online dell’imposta preventiva (VOE; circa 2100 utenti). È inoltre già stato possibile allestire diversi sistemi dell’infrastruttura (scansione, libro clienti, gestione di partner, enterprise service bus, gestione degli output ecc.) indispensabili per l’integrazione dei sistemi tecnici.

Allo stato attuale, il termine di ultimazione indicato nel piano direttore (fine 2018) non è compromesso.

 


Indirizzo cui rivolgere domande

Patrick Teuscher, capo Comunicazione, Amministrazione federale delle contribuzioni AFC
tel. +41 58 464 90 00, media@estv.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

https://www.estv.admin.ch/content/estv/it/home/die-estv/medien/nsb-news_list.msg-id-65645.html