Divisione affari penali e inchieste

La Divisione affari penali e inchieste (di seguito: DAPI) conduce inchieste conformemente alle regole del diritto penale amministrativo e collabora all’adattamento della legislazione nel campo del diritto penale fiscale, contribuendo a: garantire la corretta tassazione dei contribuenti, punire i comportamenti illeciti e tutelare l'ordinamento tributario.

Nel campo dell'imposta federale diretta, la DAPI interviene se vi è il sospetto di sottrazione continuata di importanti somme d'imposta, frode fiscale e appropriazione indebita d'imposte alla fonte. La DAPI conduce le procedure d'inchiesta collaborando con le autorità fiscali dei Cantoni, le quali comminano le multe recuperano le imposte sottratte. Per quanto riguarda l'imposta preventiva e le tasse di bollo, la DAPI persegue chiunque compromette la riscossione e/o commette i reati di sottrazione d’imposta preventiva o truffa in materia di tasse. In tale ambito la DAPI è competente per l'intera procedura penale.

Genere d’imposta o tassa / fattispecie 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018
IFD procedure avviate
(procedure d'inchiesta della Divisione)
4 11 24 6 11 13 18 8 14 22 16 
IFD  multe e ricuperi d'imposta da procedure d'inchiesta della Divisione (in mio. fr.) 5,4 158,8 57,3 22 9,5 0,6 21,6 133,7  41,4 268,7 24,8 
                       
IFD  procedure penali delle amministrazioni
cantonali delle contribuzioni
6'368 5'857 4'032 4'337 3'809 5'852 6'483 6'131 6'601 7'929 6'943 
                       

IP/TB procedure avviate per 
sottrazione d'imposta

0 56 30 12 67 91 159 155 91 99 94 

IP/TB procedure avviate per
messa in pericolo dell’imposta

96 632 74 64 58 39 140 133 142 221 37 
IFD: imposta federale diretta;
IP/TB: imposta preventiva/tasse di bollo
Stato 25.11.2019
Anno 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 Total
Autodenuncia esente da pena 3'777 4'549 3'279 3'859 6'708 6'663 7'191 10'681 21'191 15'099 82'997

Il 1° gennaio 2010 è entrata in vigore la legge federale relativa alla semplificazione del ricupero d'imposta in caso di successione e all'introduzione dell'autodenuncia esente da pena. Di conseguenza le persone che hanno commesso il reato di sottrazione d’imposta, in ambito di imposta federale diretta, imposte cantonali e comunali, possono autodenunciarsi, senza che il loro comportamento venga punito; questa possibilità è data solamente una volta nella vita. Questi contribuenti subiranno comunque una procedura di ricupero d’imposta. Le procedure vengono condotte dalle Amministrazioni cantonali delle contribuzioni.

Per assicurarsi che a livello svizzero la stessa persona non ricorra più volte all'autodenuncia esente da pena, le amministrazioni cantonali delle contribuzioni informano l'AFC sull’identità dei contribuenti che sono stati oggetto di procedure concluse in seguito ad autodenuncia (decisione di ricupero d'imposta). Da osservare che l'ammontare del ricupero d'imposta non è rilevante e quindi i Cantoni non hanno alcun obbligo di comunicazione nei confronti dell'AFC.

Contatto:
E-mail: asu.dvs@estv.admin.ch
tel: +41 58 463 01 81

Ultima modifica 06.12.2019

Inizio pagina