Informazioni per i produttori di software

Caricamento di file XML per il rendiconto IVA

Contesto

Per il rendiconto IVA online è stato redatto lo standard eCH-0217, che consente di effettuare il rendiconto in un formato XML uniforme. Le relative specifiche nonché il linguaggio di schema XSD (documenti, in francese e tedesco) sono pubblicati sul sito Internet dell’associazione svizzera di standardizzazione eCH (www.ech.ch, in francese e tedesco).

Le informazioni seguenti integrano le specifiche precitate e servono da ausilio ai produttori di software nella fase di implementazione.

Pubblicazione

Il caricamento XML nel portale online AFC Suisse Tax è disponibile a partire da aprile 2018 nella versione Public Beta.

Considerazioni generali

  • In XSD solo le informazioni necessarie: in linea di massima in XSD sono state riprese soltanto le informazioni strettamente necessarie. I contenuti sono stati sfrondati da ridondanze o informazioni disponibili ai contribuenti mediante login o quelle che sono oggetto di calcolo. Per quanto possibile sono state eliminate le fasi di calcolo intermedio per il rischio di inconsistenze. Per contro, le voci «Importo da versare» (cifra 500) e «Credito del contribuente» (cifra 510) sono state mantenute in ragione della loro rilevanza. Tuttavia in XML queste due cifre sono state raggruppate (affermazione mediante segni aritmetici).
  • Cifre del rendiconto: si è rinunciato a riprendere le cifre dei moduli del rendiconto nello standard eCH-0217, visto che queste possono variare in caso di modifiche dell’aliquota. Pertanto gli elementi XML sono configurati in modo stabile (cioè la cifra d’affari per aliquota d’imposta viene trasmessa utilizzando sempre lo stesso elemento XML). Ne consegue che, se entro il termine di prescrizione vi sono due aliquote d’imposta (p. es. nell’adeguamento dell’aliquota all’1.1.2018 l’aliquota ridotta del 2,5 % è rimasta invariata), in AFC Suisse Tax non è possibile effettuare una suddivisione corretta nelle cifre. In tal caso AFC Suisse Tax assegnerebbe per default la cifra d’affari al periodo fiscale corrente. In seguito, in AFC Suisse Tax, l’utente ha la possibilità di adeguare il rendiconto prima dell’inoltro se necessario.
  • Modificabilità: in AFC Suisse Tax i dati importati via XML sono modificabili prima di inoltrare il rendiconto. Quindi i file XML validati che presentano contenuti errati dal punto di vista specialistico generano problemi che sono tuttavia superabili.
  • Sequenza: negli elementi XML che contengono aliquote d’imposta la sequenza è irrilevante. Ciò riguarda anche le aliquote saldo.
  • Primo inoltro, rendiconto di correzione, riconciliazione annuale (elemento XML «type of submission»): a seconda dell’applicazione in uso, nella prassi la sequenza delle dichiarazioni effettivamente inoltrate non può essere gestita dal programma ERP o di contabilità. Pertanto la funzione caricamento è configurata in modo che l’utente possa confermare l’operazione che sta eseguendo (primo inoltro o rendiconto di correzione) anche dopo aver ricevuto un avviso. Altrimenti detto, è possibile caricare un file XML anche se presenta un elemento «type of submission» errato (N.B.: all’inizio questa funzionalità non è detto che sia operativa). Nella riconciliazione annuale la conferma da parte dell’utente è esclusa perché questa operazione, contrariamente alle due menzionate in precedenza, contiene per definizione solo differenze (vedi capitolo 3.1 standard eCH-0217).
  • Sottomoduli 1050, 1055 e 1056 mancanti: nello standard eCH-0217, i sottomoduli 1050 («CompensationExport»), 1055 («DeemedInputTaxDeduction») e 1056 («MarginTaxation») sono opzionali, poiché le applicazioni aziendali non li gestiscono. È dunque ammesso dichiarare in XML solo l’importo complessivo di tali sottomoduli (somma). Nel caricamento di un XML di questo tipo, AFC Suisse Tax agisce come segue: quando registra il file XML, l’utente viene avvertito che il sottomodulo 1050, 1055 o 1056 manca. L’importo per il modulo principale (cifre 470/471) è visualizzato ma il campo è segnalato come errato. Nella successiva compilazione online dei sottomoduli 1050, 1055 o 1056 viene effettuata una verifica della concordanza con il file XML completo e all’utente sono segnalate eventuali differenze. È ripreso sempre il calcolo che figura nei sottomoduli e il valore in XML viene confermato. Se l’utente clicca su «Avanti» senza compilare il sottomodulo, viene generato un errore.
  • Calcolo del debito o del credito fiscale (elemento XML «payableTax»): secondo l’articolo 24 della legge sull’IVA (LIVA; RS 641.20) e l’Info IVA 15, l’imposta va calcolata sulla cifra d’affari. L’importo dell’imposta deve essere arrotondato al secondo decimale nelle tappe intermedie. Soltanto alla fine e a titolo facoltativo, nell’elemento «payableTax» (cifra 500/510) l’importo può essere arrotondato di 5 centesimi a favore dell’impresa contribuente. Un’eventuale differenza tra il conto fiscale nel programma ERP del contribuente e il calcolo dell’imposta deve essere compensato nel programma stesso automaticamente (a seguito dell’allestimento del rendiconto IVA) oppure manualmente per mezzo di scritture contabili (vedi capitolo 6.2 standard eCH-0217).
  • Aliquote d’imposta valide: le aliquote d’imposta valide per ciascun metodo di calcolo (metodo delle aliquote effettive, delle aliquote saldo e delle aliquote forfetarie) sono riportate nell’allegato in calce.
  • Rapporto di verifica e avvisi di errore: dopo ogni importazione di file XML dallo standard eCH-0217 viene generato e visualizzato un rapporto di verifica, dove sono riassunte tutte le fasi di verifica effettuate durante l’importazione dei dati.

Limitazioni

  • Sottomodulo 1055, procedura di conteggio dell’imposta precedente fittizia, metodo di calcolo delle aliquote saldo/delle aliquote forfetarie, XML «compilation Deemed InputTaxDeduction»: la presenza di questo elemento XML è specificato nello standard eCH-0217 con l’occorrenza «1..n». Nel sottomodulo 1055, AFC SuisseTax accetta soltanto due aliquote d’imposta per ogni periodo (cioè fino al 31.12.2017 e dall’1.1.2018). Se un elemento XML ne contiene più di due, nel caricamento vengono riprese le due aliquote più elevate, mentre le rimanenti sono ignorate. Viene emesso un messaggio di avvertimento.
  • Sottomodulo 1056, computo dell’imposizione dei margini, metodo di calcolo delle aliquote saldo/forfetarie, XML «compilationMarginTaxation»: si rimanda a quanto esposto per il sottomodulo 1055.
  • Importi: nello standard eCH-0217 tutti gli importi sono specificati nel tipo di dato «amountType». Al momento in AFC SuisseTax è consentito inserire al massimo 12 posizioni prima dei decimali (cifre d’affari, prestazioni) o 11 posizioni prima dei decimali (imposta, imposta precedente).
  • Ambiente test: attualmente non è previsto alcun ambiente test. Siccome il caricamento di file XML è semplicemente un Data Loader per il modulo online del rendiconto IVA, in caso di errori nei contenuti XML è possibile integrare o registrare i dati manualmente. Ai produttori di software si consiglia di scaglionare nel tempo la fornitura del software e di prevedere, ad esempio, una fase pilota con alcuni utenti.

Verifica di campioni XML

L’AFC offre ai produttori di software la possibilità di effettuare verifiche di campioni XML. A tale proposito occorre attenersi alle seguenti istruzioni:

  • I produttori di software possono inoltrare al massimo dieci campioni XML;
  • I periodi di rendiconto devono essere compresi tra il 1°luglio 2017 e il 30 giugno 2018;
  • I modelli XML devono essere trasmessi all'indirizzo xmlexampleonly@estv.admin.ch; non vengono trattate le domande non attinenti a questo tema;
  • L’AFC risponde alle domande il più presto possibile, ma per motivi di capacità non garantisce di fornire una risposta entro un termine definito;
  • I feedback dell’AFC sono semplici raccomandazioni, non hanno pretese di esaustività né sono da equiparare a una convalida o a una certificazione.

Sviluppi

Dopo la pubblicazione nella versione Public Beta, al fine di correggere gli errori le funzionalità del caricamento di file XML vengono periodicamente aggiornate.

Allegato: aliquote d’imposta

Aliquote d’imposta fissate per legge
 

Periodo fino al 31.12.2010


Periodo di rendiconto dal 3° trimestre 2017

Periodo
01.01.2011- 31.12.2017

Periodo di rendiconto dal 1° trimestre 2017

Periodo
dall’01.01.2018


Periodo di rendiconto dal 4° trimestre 2017

Aliquota normale

7,6 %

8,0 %

7,7 %

Aliquota ridotta

2,4 %

2,5 %

2,5 %

Aliquota speciale per prestazioni alberghiere

3,6 %

3,8 %

3,7 %

Aliquote saldo e aliquote forfetarie

Periodo fino al 31.12.2010

Periodo di rendiconto

  • Aliquota saldo: fino al 1° semestre 2017

  • Aliquota forfetaria: fino al 3° trimestre 2017

Periodo 1.1.2011- 31.12.2017

Periodo di rendiconto

  • Aliquota saldo: dal 1° semestre 2011

  • Aliquota forfetaria: dal 1° trimestre 2011

Periodo dall’1.1.2018


Periodo di rendiconto

  • Aliquota saldo: dal 2° semestre 2017

  • Aliquota forfetaria: dal 4° trimestre 2017

0,1 %

0,1 %

0,1 %

0,6 %

0,6 %

0,6 %

1,2 %

1,3 %

1,2 %

2,0 %

2,1 %

2,0 %

2,8 %

2,9 %

2,8 %

3,5 %

3,7 %

3,5 %

4,2 %

4,4 %

4,3 %

5,0 %

5,2 %

5,1 %

5,8 %

6,1 %

5,9 %

6,4 %

6,7 %

6,5 %

È consentito trasmettere esclusivamente le aliquote d’imposta sopralencate. Nei rendiconti effettuati con il metodo delle aliquote saldo o delle aliquote forfetarie possono essere utilizzate soltanto le aliquote saldo o le aliquote forfetarie autorizzate dall’AFC. In caso contrario, all’importazione dei dati AFC SuisseTax non riprende gli elementi XML nel modulo online.

Ultima modifica 07.05.2018

Inizio pagina

https://www.estv.admin.ch/content/estv/it/home/estv-suissetax/sw-hersteller.html