La storia

L’imposta sul valore aggiunto in Svizzera

L’imposta sul valore aggiunto (IVA) è, insieme all’imposta federale diretta, la principale fonte di entrate della Confederazione. Nel 2020 si prevedono entrate derivanti dall’IVA pari a 23,59 miliardi di franchi, un importo che corrisponde a più del 30 per cento delle uscite complessive della Confederazione.

Come funziona l’IVA?

Le informazioni principali sul funzionamento dell’IVA figurano nel sito Internet dell’AFC

Le origini dell’IVA

La storia dell’IVA in Svizzera presenta diverse particolarità. Nonostante sia stata introdotta 25 anni fa, le sue origini risalgono agli anni Settanta del secolo scorso. Già nel 1974, l’allora commissione di esperti per l’imposta sul valore aggiunto presentò, dopo studi durati anni, il proprio rapporto finale in cui proponeva l’introduzione dell’imposta. Tuttavia, Popolo e Cantoni approvarono l’introduzione dell’IVA soltanto al quarto tentativo, il 28 novembre 1993. I precedenti tre tentativi di rendere allettante agli occhi degli elettori una moderna imposta sulla cifra d’affari fallirono rispettivamente nel 1977, 1979 e 1991. 

 
 

Ultima modifica 30.12.2019

Inizio pagina

https://www.estv.admin.ch/content/estv/it/home/mehrwertsteuer/fachinformationen/25-jahre-mwst/geschichte.html